Home ] Su ] Novità ] FAQ ] Hardware ] Software ] Windows ] Sicurezza ] Linguaggi ] Cerca ] Contatta ] Guestbook ] Mappa ] Info su... ]

Le FAQ sui dischi rigidi - Pagina 3


Prima di continuare a leggere le seguenti sezioni della FAQ sui dischi rigidi, vi invitiamo a prendere visione del disclaimer, dei copyright e delle note di revisione, situate in questa pagina.

 

Domande sui problemi con il BIOS

D. Cosa è il Logical Block Addressing (LBA)?

L'LBA (Logical Block Addressing - Indirizzamento logico a blocchi) è uno schema matematico per indirizzare i settori, partendo dal cilindro 0, testina 0 e settore 1. Questo schema traccia linearmente l'unità disco fino a quando non si raggiunge il settore fisico finale. LBA è efficiente poiché riduce il sovraccarico di lavoro svolto dal sistema per non dover convertire l'LBA del sistema operativo nella geometria CHS (Cylinder, Head, Sector - cilindro, testina, settore) e poi tornare di nuovo all'LBA dell'unità disco.

Torna all'indice


D. Cosa è il CHS?

CHS significa Cylinder, Head e Sector (cilindro, testina e settore), questo è il mezzo convenzionale per il BIOS di comunicare con l'unità disco. Il CHS presenta un limite di 1.024 cilindri, 16 testine e 63 settori per traccia risultando nella massima capacità di 504 MB.

Torna all'indice


D. Qual'è la differenza tra la modalità Normal, LBA o Large?

La modalità Normal è lo schema di traduzione standard del BIOS. Questa modalità non supporta unità disco con più di 504 MB. La modalità Large è uno schema di traduzione generico usato da alcuni BIOS per accedere fino a 1 GB. La modalità LBA è un metodo di traduzione più avanzato rispetto alla modalità Large. La modalità LBA è alquanto più veloce e può le unità disco fino a 8 GB.

Torna all'indice


D. E se il BIOS non supporta l'intera capacità dell'unità disco?

Vi sono diverse risposte per questa domanda:

  • Aggiornate il BIOS della vostra piastra madre. Maggiori informazioni potete reperirle sul sito del produttore della vostra piastra madre. Se non sapete qual'è il produttore della vostra piastra madre, fate riferimento al sito Wim's BIOS.
  • Ogni produttore di dischi rigidi ha nel suo sito web un programma di utilità che permette di gestire l'intera capacità del disco rigido. La seguente lista elenca i siti web di ogni produttore e il relativo programma da utilizzare:
  • Aggiornate la vostra piastra madre.
  • Acquistate una scheda d'interfaccia EIDE con BIOS integrato che fornisca il supporto per dischi rigidi di grandi capacità.

Torna all'indice


D. Perché usare del software per la traduzione?

La traduzione via software è un mezzo efficace per la traduzione di dischi rigidi di grandi capacità. Ogni produttore di dischi rigidi fornisce un programma per effettuare tale traduzione via software. La maggior parte di questi software usano il Master Boot Record del disco rigido per installare il proprio driver, in modo tale che tale driver venga caricato prima del sistema operativo. Tenete comunque presente che un driver software non è certamente sicuro quanto un pezzo di codice residente nel BIOS del computer o nel BIOS di una scheda hardware d'interfaccia EIDE. Inoltre il driver software non può risolvere i limiti di velocità di trasferimento dei dati. La cosa migliore pertanto è aggiornare il proprio computer. Per maggiori informazioni leggere la domanda 'E se il BIOS non supporta l'intera capacità dell'unità disco?'.

Torna all'indice


D. Può un disco rigido essere trasferito su un altro computer senza perdere i dati?

Non vi è nessuna garanzia che il BIOS di una nuova piastra madre debba usare lo stesso schema di traduzione usato dal suo predecessore. Vi raccomando pertanto di fare una copia completa di riserva (backup) dei vostri dati prima del passaggio verso una nuova piastra madre. Inoltre vi suggerisco di ripartizionare il disco rigido e di riformattare tutte le partizioni del disco rigido una volta che installate il disco rigido nella nuova piastra madre.

Torna all'indice


D. Possono essere modificati la modalità di traduzione o i parametri nel BIOS?

Quando un disco rigido viene partizionato, il DOS interpreta la dimensione dell'unità disco attraverso le informazioni fornite dal BIOS. Modificare la modalità di traduzione può causare un danneggiamento dei dati permanente. Se i parametri originali sono cambiati e non si possono recuperare, la cosa migliore da fare è ripartizionare il disco rigido e riformattare ogni singola partizione.

Torna all'indice


 



Disclaimer

SourceNet non riconosce nessun tipo di garanzia per il contenuto di tutta la sezione dedicata alle FAQ sui dischi rigidi pubblicata su questo sito (SourceNet Italia).
Tutto il contenuto della FAQ sui dischi rigidi è fornito "così come è", senza alcuna garanzia di qualsiasi tipo, sia espressa che implicita, ivi incluse, senza limitazioni, le garanzie implicite di commerciabilità o idoneità per uno scopo particolare ovvero quelle che escludano la violazione di diritti altrui. L'intero rischio derivante dall'uso o dalle prestazioni del contenuto di tutta la sezione della FAQ sui dischi rigidi rimane a carico dell'utente.


Copyright

Il contenuto dell'intera FAQ sui dischi rigidi situata in questo sito è di proprietà di Joseph Parrello.
Non viene concessa a nessuno la possibilità di poter copiare il contenuto dell'intera FAQ sui dischi rigidi senza l'autorizzazione di Joseph Parrello.


Note sulla revisione

La versione di questa FAQ è stata aggiornata il 30/7/2000.

 

Torna ad inizio pagina

Le FAQ sui dischi rigidi - Pagina 2 ] [ Le FAQ sui dischi rigidi - Pagina 3 ] Le FAQ sui dischi rigidi - Pagina 4 ] Le FAQ sui dischi rigidi - Pagina 5 ] Le FAQ sui dischi rigidi - Pagina 6 ] Le FAQ sui dischi rigidi - Pagina 7 ] Le FAQ sui dischi rigidi - Pagina 8 ] Le FAQ sui dischi rigidi - Pagina 9 ]

Ultimo aggiornamento : 17/01/2009.   
Home ] Su ] Novità ] FAQ ] Hardware ] Software ] Windows ] Sicurezza ] Linguaggi ] Cerca ] Contatta ] Guestbook ] Mappa ] Info su... ]

Copyright © 1997-2070, Joseph Parrello. Tutti i diritti sono riservati.

Siete il visitatore n. Contatore Sito
Bpath Contatore
dal 17 gennaio 2009.