Home ] Su ] Novità ] FAQ ] Hardware ] Software ] Windows ] Sicurezza ] Linguaggi ] Cerca ] Contatta ] Guestbook ] Mappa ] Info su... ]

La FAQ su Hamster - Pagina 2


La versione originale è sempre disponibile all'indirizzo http://www.geocities.com/fashionavenue/1075/.
Al suddetto indirizzo potete trovare materiale più aggiornato rispetto al contenuto della FAQ su Hamster di questo sito.
Prima di continuare a leggere la seguente Pagina 2 della FAQ su Hamster, vi invitiamo a prendere visione del disclaimer, dei copyright e delle note di revisione, situate in questa pagina.


FAQ su Hamster - Release 0.9b


Sezione 1: A cosa serve Hamster?

1.1 Cos'è Hamster?

Hamster è un'applicazione freeware per Windows, un news / / mailserver locale, interagente con i client presenti sul computer dell'utente, in grado di scaricare intestazioni e corpo dei messaggi da più server remoti in modalità multi-server, multi-socket e multi-threading.

Hamster può inoltre funzionare come un server remoto e garantire l'accesso, attraverso autenticazione e/o controllo del numero IP, a client esterni alla macchina dell'amministratore (proprietà che definisco come *accesso multiplo*).

L'autore di Hamster è Juergen Haible.

Torna all'indice

1.2 In quali lingue è disponibile Hamster?

Al momento attuale in due sole lingue, inglese e tedesco. La maggior parte della documentazione è scritta nella lingua madre dell'autore, il tedesco. Come anticipato nella prefazione, questa guida è stata scritta proprio per rimediare all'assenza di un testo in lingua italiana.

Torna all'indice

1.3 Cos'è un news server locale? Cos'è un mailserver locale?

Nella accezione comune, un server (servente) "è una macchina che in una rete fornisce servizi alle altre" [1]. Esistono diversi tipi di server: file server, application server, mailserver, news server, printer server, web server, file server. "I mail server sono macchine centrali, accessibili con un indirizzo definito, che contengono le caselle postali di una serie di utenti i quali vi si collegano periodicamente in rete per consultarne il contenuto" [2] Parimenti, i news server sono macchine centrali, accessibili con un indirizzo IP definito o ad accesso pubblico, che contengono un insieme di informazioni strutturate e ripartite in gruppi di discussione e messaggi NNTP. I news server costituiscono quindi un network di computer che scambia le informazioni riversate in rete dagli utenti.

Un news server locale è un software che emula il funzionamento del news server remoto (o di più server remoti) replicandone il contenuto, o parte di esso, per renderlo accessibile localmente al client, generalmente attraverso l'indirizzo IP 127.0.0.1. Attraverso un news server locale è quindi possibile scaricare per intero solo i gruppi necessari.

Un mailserver locale è un software che emula il funzionamento del mail server remoto (o di più server remoti), occupandosi di scaricare da questi la posta disponibile nelle mailbox sotto la responsabilità dell'utente.

[1][2] fonte glossario CD Computer Inter@ctive N. 21 - Maggio 1999.

Torna all'indice

1.4 Cos'è un client?

Nella accezione comune, un client (cliente) è "una macchina che su una rete riceve servizi da un server" [1], definita anche come stazione di lavoro. Tuttavia, si rileva come a volte il nome venga "assegnato anche al particolare software che accede a tali servizi; ad esempio un client di posta elettronica sarebbe quel programma caricato su un client (macchina) che accede ai messaggi registrati su un server". [2] A tal proposito, in questa guida, la parola client sarà spesso impiegata per indicare indifferentemente newsreader e mailreader (es: Ms Outlook Express, Forté Agent, Netscape Messenger, Netscape Collabra, Qualcomm Eudora Pro, Pegasus-mail, MicroPlanet Gravity, ecc.).

[1][2] fonte glossario CD Computer Inter@ctive N. 21 - Maggio 1999.

Torna all'indice

1.5 Ma Hamster si sostituisce al newsreader/mailreader (client)?

Da un punto di vista tecnico si, mentre dal lato pratico Hamster affianca solamente il software di cui voi già disponete. Dovrete abituarvi a gestire le operazioni online con Hamster, mentre tutto ciò che riguarda la lettura, la gestione e il posting degli articoli e delle email continuerà con gli strumenti e le conoscenze in vostro possesso, con qualche piccolo accorgimento in più.

Torna all'indice

1.6 Cosa significa freeware? E' davvero gratis?

Freeware, è "un tipo di software che è completamente gratuito. Questo software viene solitamente distribuito sui siti Internet, sulle BBS e sui CD-ROM allegati alle riviste. Può essere utilizzato senza la necessità di acquistare alcuna licenza a condizione che sia identificato come freeware" [1].

Hamster è gratis, ma non è open source. La sua utilizzazione economica è libera, ma il codice che lo compone è soggetto alle norme generali sul diritto d'autore, tra cui possono considerarsi validi questi principi [2]: * Conservazione delle comunicazioni di copyright. L'utente non è autorizzato a rimuovere o alterare alcuna comunicazione di copyright relativa alle copie di questo prodotto software. * Distribuzione. L'utente e' autorizzato a distribuire copie di questo prodotto a terzi, ma solo nello stesso formato di file da egli ricevuto. * Divieto di decodificazione, decompilazione e disassemblaggio. L'utente non puo' decodificare, decompilare o disassemblare questo prodotto software. * Trasferimento. Non costituendo Hamster un prodotto commerciale, valgono le stesse restrizioni descritte nel paragrafo "Distribuzione". * Servizio di supporto tecnico. L'autore non fornisce in alcun modo supporto tecnico per questo programma. * Conformita' con la legge in vigore. L'utente e' tenuto a rispettare la legge in vigore relativa all'utilizzo di un prodotto software. * Esclusione di garanzie. L'autore non riconosce alcun tipo di garanzia per il prodotto software. Il prodotto software ed ogni tipo di documentazione ad esso relativa sono forniti "così come sono", senza alcuna garanzia di qualsiasi tipo, sia espressa che implicita, ivi incluse, senza limitazioni, le garanzie implicite di commerciabilita' o idoneita' per uno scopo particolare ovvero quelle che escludano la violazione di diritti altrui. L'intero rischio derivante dall'uso o dalle prestazioni del prodotto software rimane a carico dell'utente.

[1] fonte glossario CD Computer Inter@ctive N. 21 - Maggio 1999.
[2] liberamente tratto da un disclaimer di Joseph Parrello.

Torna all'indice

1.7 Cosa significa multi-threading? E multi-socket?

Comunemente, per software multi-threading si intende la capacità di invocare più connessioni simultanee da una o più sessioni dello stesso programma, non necessariamente interagenti l'una con l'altra e non necessariamente con lo stesso server.

Per software multi-socket, invece, si intende la capacità di invocare più connessioni simultanee con lo stesso server da una o più sessioni dello stesso programma, non necessariamente interagenti l'una con l'altra, non necessariamente interagenti con altri server.

Hamster coniuga le due caratteristiche dato che può invocare più connessioni simultanee con lo stesso server e con più server, ovvero ha la capacità di gestire un certo numero di thread simultanei durante il caricamento delle news per ogni server gestito. In modo predefinito, Hamster gestisce almeno 2 thread simultanei per server, ma questa quantità può variare in relazione alle esigenze dell'utente e alle limitazioni del news server remoto corrente.

Hamster è quindi anche multi-server poiché ha la capacità di invocare da una sessione del programma connessioni contemporanee a più server e interagenti tra loro.

Infine Hamster può funzionare con accesso multiplo come anticipato al punto 1.1.

Torna all'indice

 

Sezione 2: Dove posso trovare Hamster?

2.1 Dove posso scaricare Hamster?

Hamster è liberamente scaricabile da http://freebee.home.pages.de . Si tratta di un sito in lingua tedesca con una sezione in lingua inglese, facilmente individuabile nell'URL: http://home.t-online.de/home/juergen.haible/english.htm.

Torna all'indice

2.2 Dove posso trovare informazioni sul suo funzionamento?

Perché questa faq non basta? ;-))

Scherzi a parte, in prima battuta sono sicuramente validi i suggerimenti contenuti nella stesso Help online di Hamster. Poi, in relazione alle necessità si possono considerare:

Da non scartare ovviamente nemmeno i newsgroup a tema. Nella gerarchia it.* non esiste uno specifico gruppo dedicato ai news server locali per cui la loro trattazione deve essere valutata caso per caso in relazione al topic del newsgroup più adatto. Per problemi relativi all'interfacciamento tra Hamster e il vostro client, si può usare it.comp.software.newsreader o it.comp.software.mailreader (a seconda del client, ovviamente). Invece, per problemi relativi all'interfacciamento con il news server remoto, potrebbe essere in topic it.news.gestione, ma vi consiglio di chiedere prima al fornitore del vostro servizio news.

Torna all'indice

2.3 Perché esistono così poche informazioni in lingua inglese?

Suppongo perché l'autore Juergen Haible ha dichiarato di avere una conoscenza pressoché scolastica della lingua inglese.

Torna all'indice

 

Sezione 3: A chi può servire Hamster?

3.1 Perché installare Hamster?

I motivi che possono spingere a scegliere questa soluzione possono essere molteplici. Hamster costituisce una soluzione:

  • veloce fino al 100% più veloce di un normale newsreader;
  • potente ha un sistema di filtri news e mail moderno e compatibile PCRE.
  • affidabile non perde o cancella erroneamente un solo articolo;
  • comodo permette di gestire nella sua cache virtuale i messaggi provenienti da più news server remoti, fornendo la precedenza a quelli più veloci, ma senza scartare quelli più affidabili. In questo modo non si perdono articoli, ma soprattutto non si perde tempo.

Torna all'indice

3.2 Perché Hamster è così veloce?

Come spiegato al punto 1.7, Hamster è un news server locale mono-sessione, multi-threading, multi-server e multi socket. Nella stessa sessione, Hamster si può occupare dello scarico delle news da più server contemporaneamente e con più thread aperti (thread intesi come istanze NNRP intercorrenti tra Hamster e singolo news server remoto).

Proviamo a fare un esempio paragonando l'impiego solitario di Outlook Express con quello svolto in comunione con Hamster.

Outlook Express è mono-sessione, mono-threading ma, nonostante supporti server multipli, non è multi-server. Conseguentemente, dovendo scaricare le news da gruppi appartenenti a due news server remoti differenti, dovremo occuparci di un solo news server per volta, senza comunque riuscire a tenere aperto più di un singolo thread. In altre parole, avendo sottoscritto più gruppi su server distinti, Outlook Express è in grado di interagire con un solo server per volta e, nell'ambito di questo, caricare i messaggi da un solo gruppo per volta.

Se abbiniamo Outlook Express a Hamster, il primo dovrà solo occuparsi di scaricare le news dalla porta NNRP 119 all'indirizzo locale 127.0.0.1 (localhost). Il secondo, svolgerà il lavoro difficile in vece del primo, scaricando le news contemporaneamente da più server e tenendo simultaneamente aperto un numero di almeno due thread, quantità che, come specificato al punto 1.7, può variare in relazione alle esigenze dell'utente e alle limitazioni del news server remoto corrente. In altre parole, avendo sottoscritto più gruppi su server distinti, Hamster è in grado di interagire contemporaneamente su più server e, nell'ambito di questi, caricare i messaggi da più gruppi alla volta.

Torna all'indice

3.3 A cosa servono i filtri?

Comunemente, quando parliamo di Usenet e di posta elettronica, i filtri ricordano la capacità di un client di eliminare automaticamente alcuni messaggi che, per il contenuto espresso nel subject o per le qualità dell'autore, sono considerati come indesiderati.

In realtà, questa interpretazione sul funzionamento dei filtri è piuttosto limitata ed è dovuto al pregiudizio sorto nel pubblico in forza delle prime implementazioni apparse e delle scarse capacità di filtro dei client più diffusi (Forté Free Agent, Ms Outlook Express).

Al contrario, i filtri in Hamster possono fare ben altro che cancellare qualche utente fastidioso. Costituiscono una soluzione per poter affrontare felicemente gruppi ad alto traffico in cui la natura degli argomenti eccede le nostre necessità, ad esempio permettendoci di scaricare solo i messaggi incolonnati su un nostro intervento oppure di scaricare tutti quelli che riportano la parola Hendrix nel titolo piuttosto che ...

Infine, i filtri di Hamster soddisfano in pieno il supporto per il Perl Compatible Language Expression, il più potente sistema per realizzare una condizione per corrispondere una stringa variabile.

Torna all'indice

3.4 Perché Hamster è così affidabile?

Al contrario di ciò che comunemente si pensa, il software freeware (anche se un po' meno di quello open source) può garantire un livello di qualità del codice sorgente superiore a quello commerciale. La formula di questo successo sta in una incondizionata volontà da parte degli utenti a suggerire miglioramenti e soluzioni che nel caso del software commerciale sono per lo più dovuti. Hamster è freeware, ma basa alcuni dei suoi principali punti di forza nella disponibilità di implementazioni open source e simili. Ad esempio, le routine per le espressioni regolari (filtri) di Hamster sono basate sullo schema delle porte Win32 del "Perl-Compatible Regular Expression (PCRE)", package scritto da Philip Hazel. Tali implementazioni, proprio perché lasciate al tempo libero di generosi sviluppatori, non sono proprio user-friendly, ma rappresentano un insieme lineare di procedure su come devono essere svolte al meglio le cose. Spesso nel software commerciale, a parte qualche lodevole eccezione, queste soluzioni non sono adottate perché considerate poco user-friendly, o ancora peggio poco gradevoli per la resa grafica dell'interfaccia. Tutto ciò favorisce l'emergere di soluzioni di solito meno funzionali, ma soprattutto meno sicure, perché legate a routine utente-processo-utente difficili da controllare.

Torna all'indice

3.5 Perché Hamster è così comodo?

Hamster accentra in una sola cache sul disco il risultato di tutti i news server e mailserver remoti che interroga. Già questo dovrebbe fornire un'idea della semplificazione che si prospetta nell'impiego del vostro client. Non sarà più necessario creare più account news e più account POP3, poiché Hamster concentrerà tutti i servizi che gestisce sulle porte 119, 110 e 25, affidate rispettivamente ai server NNTP, POP3 e SMTP locali, ma tutte sul numero IP 127.0.0.1 (localhost).

A questa caratteristica Hamster unisce, in forza della sua natura multi-server, la capacità di prediligere i news server più veloci che sopravanzano e anticipano i più lenti durante il caricamento delle news. Quindi, nel caso di carico dello stesso gruppo da due server, il più lento non potrà che confrontare il risultato del comando xover con quello già fornito dal news server più veloce. Il caricamento del corpo dei messaggi da parte del news server più lento avviene solo se si riscontrano buchi nell'elenco già reso disponibile e limitatamente agli articoli corrispondenti a questi buchi.

Un'altra caratteristica di Hamster è la gestione dinamica della posizione dei newsgroup nell'ordine di caricamento. Vengono incondizionatamente preferiti quelli a più alto traffico. Nel caso, per la verità raro, in cui questa non si manifestasse come condizione ottimale, esiste la possibilità di generare script personalizzati a copertura della specifica esigenza.

Torna all'indice



Disclaimer

SourceNet non riconosce nessun tipo di garanzia per il contenuto di tutta la sezione dedicata alle FAQ su Hamster pubblicata su questo sito (SourceNet Italia).
Tutto il contenuto della FAQ su Hamster è fornito "così come è", senza alcuna garanzia di qualsiasi tipo, sia espressa che implicita, ivi incluse, senza limitazioni, le garanzie implicite di commerciabilità o idoneità per uno scopo particolare ovvero quelle che escludano la violazione di diritti altrui. L'intero rischio derivante dall'uso o dalle prestazioni del contenuto di tutta la sezione della FAQ su Hamster rimane a carico dell'utente.


Copyright

Il contenuto della sezione delle FAQ su Hamster situata in questo sito è la trasposizione in HTML della FAQ su Hamster di EagleStorm, situata all'indirizzo http://www.geocities.com/fashionavenue/1075/. Il contenuto dell'intera FAQ su Hamster è di proprietà di EagleStorm.
Non è concessa a nessuno la possibilità di copiare il contenuto dell'intera FAQ su Hamster di questo sito senza l'autorizzazione di EagleStorm.


Note sulla revisione

La versione di questa FAQ in italiano è aggiornata alla versione 0.9b della FAQ su Hamster di EagleStorm.

 

Torna ad inizio pagina

[ La FAQ su Hamster - Pagina 2 ] La FAQ su Hamster - Pagina 3 ] La FAQ su Hamster - Pagina 4 ] La FAQ su Hamster - Pagina 5 ]

Ultimo aggiornamento : 17/01/2009.   
Home ] Su ] Novità ] FAQ ] Hardware ] Software ] Windows ] Sicurezza ] Linguaggi ] Cerca ] Contatta ] Guestbook ] Mappa ] Info su... ]

Copyright © 1997-2070, Joseph Parrello. Tutti i diritti sono riservati.

Siete il visitatore n. Contatore Sito
Bpath Contatore
dal 17 gennaio 2009.